skip to Main Content
Per qualsiasi urgenza (h24): 0923-718105

Lavori condominiali – Detrazioni 2017

BONUS RISTRUTTURAZIONE – Proroga al 31 dicembre 2017 della detrazione ristrutturazione edilizie nella misura del 50%. Si applica fino a un tetto di spesa massimo di 96mila euro, la detrazione è ripartita in dieci quote annuali di pari importo in dichiarazione dei redditi. Per quanto riguarda le imprese, il bonus è utilizzabile solo se l’immobile non è bene strumentale di impresa o un bene merce.

ECOBONUS AL 65% – Detrazione al 65% su lavori di riqualificazione energetica degli edifici, con tetto di spesa agevolabile che cambia a seconda della tipologia di intervento. Nel caso degli interventi effettuati su parti comuni degli edifici condominiali, la proroga è più lunga, fino al 2021.

BONUS AL 75% ECOBONUS CONDOMINI – Questa è una novità inserita dalla manovra 2017: detrazione al 70% per le spese di riqualificazione energetica di parti comuni degli edifici che interessano l’involucro esterno dell’edificio( almeno il 25% della superficie). Le spese per i lavori devono essere sostenute dal primo gennaio 2017 al 31 dicembre 2021. Il bonus sale al 75% per gli interventi, sempre su parti comuni dei condomini, per opere finalizzate a migliorare la prestazione energetica invernale o estiva. Tetto massimo agevolabile, 40mila euro.

BONUS MISURE ANTISISMICHE – Detrazione dal 70 all’80% per ristrutturazione antisismica, l’entità della detrazione varia a seconda della classe di rischio. Nel dettaglio, il sisma bonus è al 70% per i lavori che comportano il passaggio a una classe di rischio inferiore, e all’80% per un salto di due classi di rischio. Se i lavori sono fatti sull’intero edificio condominiale, la detrazione è più alta, al 75% per il passaggio a una classe di rischio e all’85% per il passaggio di due classi di rischio. Il tetto massimo di spesa in tutti i casi è di 96mila euro.

Guida alla ristrutturazione edilizia 2017